Come creare e consacrare le Rune?


Ciao Viandante,
oggi ti parlo di come creare e consacrare la tue Rune, ma prima d’incominciare t’invito nella mia pagina Facebook: https://www.facebook.com/nelsentierodellerune

Il mio consiglio e’ di creare le tue Rune non di comprarle perche’ in questo modo potrai instaurare con esse un rapporto energetico molto forte e la lettura sara’ agevolata da questo aspetto.
Non prestarle a nessuno perche’ quando avrai finito le tue Rune avranno la tua ennergia, la tua forza vitale affinche possano servire per il tuoi proprositi.
La prima cosa da scegliere e’ il materiale, esso dev’essere naturale , quindi: legno, pietra o argilla. Puoi farle di varie forme, anche se penso che rotonde siano le piu’ facili da fare ( le mie sono il legno , rotonde). Se anche tu scegli di farle in legno, chiedi il permesso all’albero prima di tagliare il ramo.
I simboli puoi diosegnarli con un pennarello, una penna ( anche se sono da preferire le tinte naturali io li ho ho fatti con una penna rossa e funzionano benissimo).
Quante sono le Rune? io ne ho fatte 24 perche’ ho scelto di non fare la Runa bianca, ma questa e’ una tua decisione. Le mie appartengono al Futhark antico.

Di che colore fare i simboli?
Il rosso si usa principalmente per la magia runica, rappresenta il principio maschile attivo, la forza vitale del sangue; il blu e’ il colore sacro di Odino e simboleggia anche la guarigione; il verde e’ il colore della Dea ma anche della prosperita’ della bellezza.
Dopo aver scelto il materiale, creato la forma e disegnato i simboli e’ il momento di consacrarle. Gli dei associati alle Rune sono Odino e Freya, quest’ultima e’ la Dea nordica dell’Amore, della bellezza e della fertilita’, mentre Odino e’ la divinita’ nordica principale oltre che essere il Dio che ha donato le Rune agli uomini. Io le ho consacrate ad Odino.

Come si consacrano le Rune?
Vi sono moltissimi modi per farlo, ti spiego come ho fatto io ( non ricordo la fonte pero’, anche perche’ chi mi conosce sa che leggo il metodo ma poi seguo molto il mio sentire, cosa che consiglio anche a te).
Proveniendo da una formazione sciamanica ( M.Harner) ho prima creato il mio cerchio sciamanico di protezione per evitare intrusioni, successivamente ho preso un bicchiere di vino rosso come offerta al Dio Odino. Ho acceso candele bianche e messo nel mio vaporizzatpore olio essenziale di incenso.
Ho chiamato Odino, ho usato parole che venivano dal mio cuore ( non amo le frasi fatte) chiedendogli di guidarmi nella consacrazione.
Le rune le ho messe in cerchio davanti a me, prendendole in senso orario, ho disegnato il simbolo pronunciando il nome piu’ volte e andando in ordine alfabetico. Una volta terminato il giro, le ho prese una ad una
( sempre in ordine alfabetico) le ho messe sul terzo occhio e ho ripetuto ancora il loro nome, le ho sporcate di saliva ( c’e’ chi usa il sangue ma a me fa senso…) questo serve per imprimere la tua energia nelle rune e sopra ci ho versato una goccia di olio essenziale di incenso ( non e’ obbligatorio), ho fatto questo per ogni Runa.

Dove mettere le tue Rune?
E’ preferibile una borsa di cotone nero

Quando consacrarle? con la luna piena o crescente

Questa prassi puoi usarla anche per i tuoi amuleti runici o per una sola runa in caso di necessita’.


Ti auguro un bellissimo cammino con le tue Rune, Elisa